Costantinopoli (Einaudi): Introduzione di Umberto Eco. A cura di Luca Scarlini (Einaudi tascabili. Classici Vol. 1483)

Costantinopoli Einaudi Introduzione di Umberto Eco A cura di Luca Scarlini Einaudi tascabili Classici Vol Nel Edmondo De Amicis allora corrispondente letterario dell Illustrazione italiana raccontando il suo viaggio a Costantinopoli fece rivivere la capitale dell impero ottomano al tramonto Sultani

  • Title: Costantinopoli (Einaudi): Introduzione di Umberto Eco. A cura di Luca Scarlini (Einaudi tascabili. Classici Vol. 1483)
  • Author: Edmondo De Amicis
  • ISBN:
  • Page: 269
  • Format: Formato Kindle
  • Nel 1875 Edmondo De Amicis, allora corrispondente letterario dell Illustrazione italiana, raccontando il suo viaggio a Costantinopoli fece rivivere la capitale dell impero ottomano al tramonto.Sultani, eunuchi, concubine, il Topkapi e Santa Sofia, il Gran Bazar e il Corno d Oro, il ponte di Galata e la moschea di Solimano i perduti incanti della Citt Incomparabile Il libro, poco noto in Italia, molto ammirato da chi conosce a fondo la storia di Istanbul Lo scrittore Jason Goodwin considera De Amicis la sua scoperta pi felice Il libro su Costantinopoli, tradotto in inglese per la prima volta, un perfetto tour de force vittoriano C dentro tutto.Questa edizione propone una scelta dell ampio reportage, arricchita da un apparato illustrativo.

    • Free Download [Self Help Book] ↠ Costantinopoli (Einaudi): Introduzione di Umberto Eco. A cura di Luca Scarlini (Einaudi tascabili. Classici Vol. 1483) - by Edmondo De Amicis ë
      269 Edmondo De Amicis
    • thumbnail Title: Free Download [Self Help Book] ↠ Costantinopoli (Einaudi): Introduzione di Umberto Eco. A cura di Luca Scarlini (Einaudi tascabili. Classici Vol. 1483) - by Edmondo De Amicis ë
      Posted by:Edmondo De Amicis
      Published :2018-07-10T02:06:56+00:00

    One thought on “Costantinopoli (Einaudi): Introduzione di Umberto Eco. A cura di Luca Scarlini (Einaudi tascabili. Classici Vol. 1483)”

    1. De Amicis - lo conoscevo solo per "Cuore" e pensavo fosse un autore fuori moda; invece ne scopro le doti di cronista di viaggio, preciso , attualissimo, attento, curioso e colto. Ho sempre posto scarsa attenzione alla descrizione dei luoghi nelle narrazioni per la difficoltà soggettiva di "figurarmi" gli ambienti descritti. In questo caso le immagini dei luoghi scorrono nella mente addirittura ad occhi aperti, senza il bisogno di concentrarsi affatto. E' un libro che si legge tutto d'un fiato; [...]

    2. Attenzione! Ho acquistato questo libro perchè dovevo tenerci una presentazione all'università E quando mi è arrivato e ho letto l'introduzione ho scoperto che è solo un'antologia, meno della metà del testo originario! Non è tanto colpa di quanto della casa editrice, che non lo ha specificato in copertina. Il libro è bello e interessante, ma in questa edizione mancano parti essenziali.

    3. Non conoscevo questo De Amicis e devo dire che leggerlo cronista all'estero, a Costantinopoli poi, mi ha sorpreso. E dopo aver letto anche " Istanbul" di Pamuk, come non pensare di tornare a visitarla questa splendida città?

    4. Scritto in maniera particolareggiata, a volte anche troppo. Mi serve per programmare un viaggio ad Istanbul, ma credo che al giorno d'oggitante cose saranno totalmente diverse da quanto recepito da De Amicis a quell'epoca. Scritto comunque da grande giornalista e maestro.

    5. racconto della Costantinopoli di fine '800 che sembra di vedere ancora oggi. Una immersione totale in una città che si spera duri così ancora a lungo

    6. Non posso recensire il libro perche',arrivato al 20per cento di lettura, blocca il kindle.Devo chiudere il lettore e cominciare di nuovo,con un altro libro.

    7. In queste pagine un grande scrittore narra la sua esperienza di primo arrivo alla città-topos di Stamboul;siamo nel 1875, e si vorrebbe fosse ancora possibile arrivare per nave ad Istanbul coi tempi e coi modi descritti nel fenomenale primo capitolo.In generale il libro e' scritto benissimo, si tratta di un'ampia scelta di un reportage giornalistico, l'interesse scema un po' avvicinandosi alla fine in quanto l'utlimo capitolo, dedicato alle donne turche ( di allora) soffre di eccessiva lungaggi [...]

    8. De Amicisis racconta in modo originale quello che un tempo era la città più interessante fra il mondo Orientale e Occidientale.Di quella Costantinopoli è rimasto qualcosa nella odierna Istanbul. E' comunque interessante il suo sguardo. Il racconto si sviluppa per temi: il gran Bazar, le donne turche, i cibi e le usanze. Molto bella la descrizione dell'arrivo dall'Italia.

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *